La Pietra Serena Extradura alla base di via Pandolfini

La Pietra Serena Extradura di Firenzuola alla base del restauro in via De Pandolfini a Firenze

Si è appena inaugurata, un’importante opera di restauro che ha portato al vecchio splendore una delle prime vie cittadine, via de’ Pandolfini.
Il 13 marzo 2021 lavori si sono conclusi malgrado i rallentamenti dovuti alla pandemia di covid-19. Ad inaugurare la fine dei lavori, il sindaco Dario Nardella che ha effettuato un sopralluogo per constatare di persona i lavori. Presenti anche la vicesindaca Alessia Bettini, l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti e Giorgio Moretti presidente della Fondazione Angeli del Bello promotori del progetto.

Oggi abbiamo riaperto definitivamente via dei Pandofini completamente rifatta con pavimentazione e marciapiedi in pietra – ha commentato il sindaco Nardella -. Ma anche l’intervento degli Angeli del Bello è stato decisivo per ripulire tutte le facciate di questi straordinari palazzi storici. Un lavoro che non si è fermato nonostante l’emergenza sanitaria e che ha visto la collaborazione dei residenti e l’impegno delle ditte e dei tecnici del Comune.

Completato un altro tassello del programma di riqualificazione delle strade del centro storico – ha sottolineato l’assessore Giorgetti -. In via dei Pandolfini è stato effettuato un intervento importante per quanto riguarda sia i sottoservizi sia la pavimentazione: per la carreggiata è stata riutilizzata in gran parte le pietre di recupero mentre i marciapiedi sono stati rifatti con lastrico nuovo.

Via dei Pandolfini viene restituita alla città anche sul fronte del decoro. Molti importanti interventi di riqualificazione sulle superfici murarie e sui portoni sono stati realizzati dalla Fondazione Angeli del Bello con il progetto Custodi del Bello che ringraziamo. Una sinergia efficace quella tra amministrazione e cittadinanza attiva che vogliamo portare avanti e grazie alla quale riusciamo a avere una città più bella e ben tenuta,

ha commentato la vicesindaca Bettini.
Le lavorazioni hanno visto protagonista, un’altra tra le più importanti e nobili delle pietre toscane, la Pietra Serena di Firenzuola. Oltre ai marciapiedi e al manto stradale, sono stati rifatti gli impianti dei servizi.